Home Torraccia.net

 

 

 

 

 

 

Il Museo del Volantino 

    

.

Edizioni: Autore: Contributo:

"Ma sei veramente felice?"

MA. SEI VERAMENTE FELICE ?

Un giovane molto ambizioso. ritenendo che la felicità dipendesse dall'avere un sostanzioso conto in banca, si recò a far visita ad un notissimo miliardario. Dopo che ebbe ascoltato attentamente la storia dei continui successi finanziari di costui e di come egli avesse formato una fitta rete in tutto il mondo, il giovane gli chiese:  Esiste an- cora qualche cosa che vorrebbe avere?". A questa domanda, \il miliardario, con una espressione profondamente seria, rispose: « Sì ragazzo mio, vorrei possedere la FELICITA'! ».

 

Come il miliardario, molti sono coloro che desiderano avere la felicità, ma a differenza di quest'uomo, non essendo ricchi pensano che la felicità consista nell'avere tutto ciò che la vita materialmente può offrire. Del cibo sano, degli abiti decenti. una casa accogliente; son tutte cose necessarie alla vita ma non potranno mai formare il solido fondamento della felicità, Se diamo un'occhiata ai giornali, molti sono i benestanti che si trovano immischiati in tragedie familiari o sociali e anzi sembra che molte volte sia stata proprio la ricchezza a provocare tali tragedie suscitando spesso invidia, gelosia e odio anche fra parenti e persone care.

Cos'è dunque la felicità? Come la si può ottenere ed eventualmente cos'è che ci impedisce di essere realmente felici?

Caro amico permettimi di incominciare a rispondere a queste domande partendo dall'ultima.

Cosa ci impedisce di essere veramente felici?

ILTUO PECCATO

L'unico grosso ostacolo da rimuovere per ottenere una reale felicità è il PECCATO. Che ti piaccia o no, che tu creda o meno nell'esistenza di esso, non puoi evitare di vederti e sentirti avviluppato da esso, trascinato, compromesso!

E' stato detto saggiamente che ubriacarsi, fumare, maledire, rubare, imbrogliare, uccidere, fornicare, sia peccato.

Ma il peccato di cui voglio parlare è di gran lunga superiore ad essi, è fondamentale!

Il PECCATO è la rivolta verso il meraviglioso modello che Dio ha disposto per ciascuno di noi. E' la violazione della legge di Dio. E' il desiderio di volersi sostituire a Dio.

Il PECCATO è attaccato ad ogni essere umano, come la pelle al corpo e non esiste individuo che non sia governato da questa diabolica forza che lo rende schiavo sin dai primi teneri anni della sua vita!

 

A questo punto dovrai convenire che la Scrittura quando dice: “Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio” (Romani 3:23) ha perfettamente ragione! Come ha ragione quando ci avverte che tutti coloro che sono nel peccato vanno inesorabilmente verso un unico destino: la loro morte. Non solo quella fisica ma anche e soprattutto quella spirituale.

Anzi coloro che sono nel peccato fin da oggi sono morti ed è per questo che anche se essi sono miliardari e anche se posseggono ogni bene desiderabile non sono felici. Come. infatti. può essere felice un morto? -

UNA SOLUZIONE AL PROBLEMA

E allora come risolvere questo problema? Come venir fuori da questa situazione? Forse in  questo momento stai pensando che puoi avere la felicità migliorando la tua vita morale o accrescendo la conoscenza ed istruzione! Oppure arriverai a concludere che la felicita potresti ottenerla solo con una stretta osservanza religiosa, praticando quelli che vengono chiamati " esercizi spirituali “. No, caro amico, neanche in queste cose troverai la felicità, esse ti potranno dare qualche soddisfazione momentanea, effimera. E allora, come avere la vera felicità? Essa non, ti verrà da alcuna cosa terrena sia materiale che morale o religiosa ma ti può venire unicamente dall'alto.

{COME PUOI ESSERE FELICE )

E dall'Alto è venuto il Figliuolo di Dio che ha vinto ogni peccato, che ha vinto il mio e tuo peccato che non ci permetteva di aprire il nostro cuore alla vera felicità. Egli ha preso i peccati di noi tutti e li ha portati sulla croce morendo al nostro posto. Ma la potenza di Dio non ha lasciato il Suo Figliuolo nella tomba, I 'ha risuscitato e I 'ha glorificato.  


In questo momento Gesù Cristo è in attesa che tu l'inviti ad entrare nel tuo cuore, nella tua vita. Non esitare. ascolta la Sua Voce d amore: “Venite a me, voi tutti che siete travagliati ed aggravati ed io vi darò riposo" (Matteo 11 :28) .

Dio accoglie colui che si pente perché lo scopo della venuta di Cristo sulla terra è di chiamare i peccatori a ravvedimento ed alla salvezza.

Vuoi trovare la felicità accettando Gesù Cristo come tuo personale Salvatore? Oppure Lo respingerai unitamente ai Suoi doni? Sei libero di scegliere, ma non potrai più cambiare le conseguenze della tua scelta!

Ravvediti e credi nel Signore Gesù. Soltanto allora sarai completamente felice!  

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Pietra Angolare  

 

Copyright © 2002 La Pietra Angolare – Tutti i diritti riservati