Il Museo del volantino 

    

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Edizioni: Autore:

Contributo: 

"Come Pregare"

I discepoli chiesero a Gesù : « Signore, insegnaci a pregare » (Luca 11 :1).

La risposta che Gesù dètte loro nella preghiera modello, comunemente chiamata il « Padre Nostro » o preghiera del Signore, non è soltanto un esempio da usarsi nel pregare, ma anche una vera lezione da apprendersi sul come pregare. Recentemente ho ristudiato il sesto capitolo dell'Evangelo secondo Matteo per trovare esattamente ciò che Gesù volle insegnare riguardo alla preghiera, ed ho scoperto i dodici punti importanti che seguono:

 

I. Fa' della tua preghiera una sincera comunione con Dio.

Gesù ci mise! in guardia contro la tentazione di pregare per esser veduti dagli uomini. «E quando pregate, non siate come gli ipocriti; poiché essi amano di fare orazione stando in piè nelle sinagoghe e ai canti delle piazze per essere veduti dagli uomini ».

Gesù mise anche in evidenza la inutilità del fare preghiere senza fine. « Poiché il Padre Vostro sa le cose di cui avete bisogno, prima che gliele chiediate » (Matteo 6: 8). Dì soltanto ciò che sinceramente pensi esenti.

 

II. Sii nella giusta relazione con Dio. Padre nostro. Questo esordio insegna che Dio è molto vicino. Pensa che Egli è una persona e sappi che Egli ti ascolterà come un padre amoroso ascolta il proprio figliuolo.

 

III. Riconosci la potenza e l'universalità di Dio. che sei nei Cieli. Dio ti è vicino ma è anche presente ovunque. Egli ha potestà sull'universo intero. I tuoi problemi possono sembrare più grandi di te, ma sappi che Dio è assai più grande dei tuoi problemi.

 

IV. Prega con riverenza.  Sia santificato il Tuo nome. Gesù pregava in ogni occasione: raccolto in solitudine, al cospetto della moltitudine, "prima dei pasti quotidiani e di avvenimenti straordinari. Il Suo linguaggio ed il Suo contegno mostravano sempre il massimo rispetto verso Dio. Nessuna posizione particolare da assumere nella preghiera è ritenuta da Dio migliore di ogni altra.

Sia che tu stia in ginocchio o in piedi, seduto o prostrato, mentre preghi abbi in te una disposizione di rispettosa sottomissione alla volontà di Dio.

 

V. Desidera l'onore e la gloria di Dio e del Suo Regno prima di ogni altra cosa.

Il Tuo Regno venga. La Tua volontà sia fatta. Uno dei modi migliori per determinare se ciò che stai Chiedendo in preghiera è secondo la volontà di Dio consiste nel considerare la tua richiesta particolare alla luce della bontà di Dio. E' una cosa buona Sarà di aiuto a qualcuno? Gioverà a te? Sarà bene per tutti gli interessati? Allora è la volontà di Dio, perché Dio è Amore.

 

VI.  “Siano le vostre richieste rese note a Dio in preghiera e supplicazione con azioni di grazie” (Filippesi 4:6)

Dacci oggi il nostro pane quotidiano. Pane non significa soltanto cibo materia!e ma anche salute spirituale. Nel richiederlo, ringrazia Dio per ciò ch'Egli ti ha già provveduto e per la certezza che Egli continuerà a provvederti del necessario. Se il tuo cuore sarà ripieno di riconoscenza e di fiducia, non vi potrà esser posto, in esso, per li dubbio e la preoccupazione.

 

VII. Chiedi il Suo perdono.

Rimettici i nostri debiti. Un sentimento di vera umiltà deve rivestire li tuo cuore, mentre ti appressi a Dio in preghiera. « O Dio, sii placato verso me peccatore! » (Luca 18: 13). Ricorda che son debiti non soltanto le azioni cattive che hai commesso, ma anche quelle buone che hai mancato di praticare, per l'avanzamento del Regno di Dio. Col Suo perdono, chiedi anche li Suo aiuto per essere sempre più simile a Gesù.

 

VIII. Guarda al tuo prossimo con animo benevolo. Come anche noi li abbiamo rimessi ai nostri debitori. Non puoi attenderti il perdono di Dio se tu stesso non hai prima perdonato di vero cuore ai tuoi offensori (Matteo 6: 14, 15).

 

 

IX. Chiedi la divina protezione contro il male e la tentazione.

E non ci esporre alla tentazione. Senza l'aiuto di Dio tu saresti perduto nella lotta contro il male. Prega per sentire la Sua presenza in ogni momento.

Ma liberaci dal maligno. Dio è potente da liberarti da ogni sorta di male di cui Satana è capace : errori, torti, malvagità di cui tu potresti essere vittima o responsabile.

 

X. Riconosci l'autorità d! Dio.

A te appartengono il Regno. Dio è sovrano e richiede la tua completa sottomissione. Anche se non comprendi tutto di Lui, puoi darGli la tua fiducia in tutto, poiché l'universo è nelle Sue mani.

 

XI. Riafferma la tua fede nella potenza di Dio di esaudire la preghiera.

La potenza. Tutte le preghiere sincere, presentate a Dio con fede, ricevono una risposta. Ma tu devi adattare te stesso al divino modo di rispondere. La risposta può essere « sì » (Atti l0: 30,31) oppure « no » (II Corinzi l2:8,9),  « dopo un certo tempo » (Daniele 12:8-10) oppure « fa questo ed avrai la risposta » {Atti 10 :4-6; Giacomo 5: 14).

E la gloria in sempiterno. Rendi lode a Dio in vista della Sua risposta alla tua preghiera, qualsiasi essa sia.

 

XII. Fortifica la tua preghiera. Amen. Questa parola deriva dal termine ebraico aman, che significa render forte. Non rifuggire dalla preghiera e non ti scoraggiare, dopo aver cominciato. Prega con fede e decisione.

Tu devi credere di aver già ricevuto ciò che stai appena chiedendo (Marco Il :24).

(Ti piacerà leggere direttamente nella Bibbia il testo dei versetti indicati in parentesi).

 

 

 

La Pietra Angolare  

 

Copyright © 2002 La Pietra Angolare – Tutti i diritti riservati